Escursioni
"Alla scoperta dei luoghi sperduti"

Geografia del Parco Nazionale dell'Aspromonte

L' Aspromonte si erge rapido e ripido al centro del Mediterraneo. È la montagna più meridionale d'Italia e forse la più estrema, non solo in senso geografico. Chi non l'ha mai conosciuta rimane incantato dalla sua bellezza, chi ci è venuto la prima volta poi ci ritorna. Orograficamente impervia ed ostile, di origine geologica più simile alle Alpi che al resto dell'Appennino, ha indole selvaggia e custodisce ancora visibili i segni di un passato importante.
Nei corso dei secoli è stata percorsa dai greci, dai romani, da monaci erranti, da fuggitivi, da briganti, da pastori, da greggi e da animali selvatici di ogni tipo. Le "fiumare" solcano le alture determinando l'aspetto caratteristico dei versanti che cambiano da costa a costa, da valle a valle. 

Calabria


Partendo dal B&B Magia dell'Aspromonte, da qui si proseguirà in un antico sentiero (detto "mulattiera") che si dirige attraverso terrazzamenti e vecchi ruderi che testimoniano l'antica indole vocata alla pastorizia e all'agricoltura del territorio antoniminese, sino ad attraversare Rocca Giliberto dove è possibile ammirare la vallata racchiusa tra l'antica #Gerace è il #MonteTrePizzi. Riprendendo il percorso si prosegue in risalita per poi arrivare dapprima alla Rocca dell'Adrizzo, e in secondo luogo alla Rocca della Scala, antichi luoghi di pascolo e ricovero degli antichi pastori d'Aspromonte in transumanza: qui è possibile godere e ammirare una vista mozzafiato sul tutto il promontorio locrideo. 

Un'escursione nell'Aspromonte orientale, alla scoperta di una delle "pietre" che caratterizzano il versante ionico della montagna più meridionale d'Italia. Il monte Tre Pizzi, chiamato così per la sua caratteristica forma a tre punte, è un'imponente formazione rocciosa che domina sul mar Ionio offrendo un panorama mozzafiato. In cima alla grande rupe sono presenti resti di strutture religiose dal particolare valore storico. Abbarbicati alle pendici del monte sorgono i caratteristici centri di Antonimina e di Ciminà, la cui specialità è un cacio cavallo dal sapore unico, presidio slow food.  

Situate nel Parco Nazionale D'Aspromonte, con partenza dal Passo di Ropulà (530 m. circa slm), ai piedi di Monte San Junio, precedute da una sughereta e poi circondati da ginestre, lecci, quercia sughera, lentisco e mirto, ci si può comunque perdere con lo sguardo verso la costa Jonica, il monte Tre Pizzi, Monte Mutolo, Gerace e lo Zomaro.

La vista mozzafiato sulle gole del San Paolo, sulla Pietra della morte e sui ricami che l'erosione sono davvero mozzafiato.

Imperdibili tour in Aspromonte a bordo delle nostre mitiche jeep Fiat Campagnola AR59 e Fiat Campagnola AR76, per esperienze indimenticabili!

Attualmente la nostra flotta è costituita da due Fiat Campagnola: una proveniente dall'Esercito Italiano dal lontano 1959 e l'altra di tipo civile immatricolata nel 1982!

Noleggia le nostre Fiat Campagnola!

Per qualsiasi evento, escursioni, uscite in montagna, set di riprese cinematografiche, ecc...

 

COLLABORAZIONI IN ALTRE REGIONI

Dall'amicizia e dalla sintonia scaturita con i nostri ospiti dopo essere stati sapientemente guidati nel nostro Parco Nazionale dell'Aspromonte, sono nate diverse collaborazioni con varie associazioni di altre Regioni, per questo vi consigliamo esperienze uniche con persone uniche!

Sicilia

È un network di Associazioni e di Guide Ambientali che opera su tutto il territorio siciliano. Il nostro obiettivo è far conoscere la Sicilia e le sue molteplici sfaccettature, la natura con le sue Riserve ed i Parchi, la cultura che ne permea l'ossatura, illustrandone la storia e la preistoria, la geologia e la botanica. Coniughiamo le rispettive professionalità (siamo botanici, geologi, archeologi, naturalisti) alla passione per la Natura ed al desiderio di condividerla con chi sa apprezzarne i valori più intimi, i silenzi dei boschi innevati o delle notti stellate, gli odori ed i colori della primavera e dell'autunno, i paesaggi. I nostri gruppi non sono mai troppo numerosi perché escursione per noi è anche Emozione, Condivisione e Relazione.